16 settembre 2017
September 16, 2017
16, September 2017
Edizione 2016
sabato 10 settembre 2016
Georg Piazza e Anna Pedevilla imprendibili a Colfosco

Georg Piazza è tornato sul luogo del delitto dopo un anno di assenza ed ha confermato il proprio particolare feeling con il Sellaronda Trail Running, competizione che si sviluppa nelle quattro valli ladine dolomitiche di Badia, Livinallongo, Fassa e Gardena, chiudendo i 61,2 km del percorso con 3.670 metri di dislivello per primo grazie al tempo di 6 ore 15 minuti e 58 secondi. Con questa vittoria raggiunge nell’albo d’oro il poliziotto friulano con passaporto altoatesino Fulvio Dapit, entrambi forti di due successi e un secondo posto. Sesta edizione di questa ultra maratona dolomitica, che ha visto trionfare al femminile la badiota Anna Pedevilla, capace di bissare autorevolmente l’affermazione di dodici mesi fa e, al pari di Piazza e Dapit, di entrare di diritto nella lista d’eccellenza dell’albo d’oro di questo evento, un terzetto con doppia vittoria in 6 edizioni.
Dominio altoatesino, dunque, al Sellaronda Trail Running 2016 con doppia validità, ovvero atto conclusivo del Salomon Trail Tour Italia e tappa del circuito Skyrunner® Italy Series. Sul traguardo di Colfosco, luogo da cui alle 5,30 del mattino era scattato lo start per 300 atleti in rappresentanza di ben 14 nazioni, Georg Piazza dell’Asv Gherdeina ha staccato di 14’16” Fulvio Dapit del Team Crazy, quindi di 23’38” Luca Carrara del Team Mammut, mentre nella sfida al femminile Anna Pedevilla del Team La Sportiva ha addirittura chiuso al settimo posto assoluto con il tempo di 7h20’12”, precedendo la trevigiana di Valdobbiadene Cristian Follador, quindi sul terzo gradino del podio troviamo la gardenese Birgit Klammer.
Partiti col frontalino prima dell’alba, i concorrenti subito dopo lo start di Colfosco (1.561 metri) si sono diretti a Corvara per poi salire ai 233 metri del Bec De Roces, salita che ha subito fatto la selezione, tant’è che al passaggio ai 1.619 metri di Arabba al comando si era formato un terzetto composto da Fulvio Dapit, Luca Carrara e Luca Manfredi Negri, con Georg Piazza quarto ad una ventina di secondi dai leader. Nell’impegnativa salita che portava ai 2.463 metri di Porta Vescovo, passaggio più alto della competizione, anticipato dal transito ai 2.407 di Padon, si è decisa la gara. Il gardenese Georg Piazza ha aumentato il ritmo, risucchiando e staccando il terzetto che era davanti di lui, con Dapit che inizialmente è riuscito ad affiancare e a lottare alla pari con l’alfiere dell’Asv Gherdeina, cedendo poi alle falcate del rivale nel tratto di Viel del Pain. A Passo Pordoi (2.239 metri) Piazza è transitato dopo 3 ore esatte di gara, distanziando 1’28” Dapit, quindi a 3’45” Carrara, a 5’45 Manfredi Negri e a 11’28” Daniele Fornoni.
Il podio non è variato nella seconda parte della corsa. A Passo Sella sempre in testa Piazza, quindi a 6 minuti Dapit, a 10 Carrara e a 15 il rimontante Marco Menegardi. Con le risorse fisiche ormai al lumicino, i trail runner hanno stretto i denti sino al traguardo, dove Georg Piazza ha chiuso con la prestazione di 6h15’58”, tempo inferiore di 15 minuti rispetto a quello che stabilì Filippo Beccari dodici mesi fa sull’identico percorso, seppure con partenza e arrivo da Canazei. Atleta di Livinallongo che si è ritirato dopo pochi chilometri per il dolore muscolare ad un polpaccio. Fulvio Dapit è giunto con un ritardo di 14’16”, Luca Carrara a 23’38”, Marco Menegardi con 35’00”, Daniele Fornoni a 46’20”, Luca Manfredi Negri a 7’0”2.
La gara al femminile ha visto partire forte la trevigiana Cristiana Follador, che è transitata per prima al ristoro di Arabba, con una quindicina di secondi su Anna Pedevilla, quindi terza la valdostana Sonia Locatelli poco distante, ma costretta al ritiro subito dopo per una distorsione ad una caviglia. Sulla salita di Porta Vescovo la Pedevilla è riuscita a ricucire il gap dalla Follador e a staccarla nei pressi del rifugio Viel del Pan. Il resto della gara non ha cambiato le posizioni di vertice, con l’atleta di casa che ha chiuso con il tempo di 7h20’12”, di tre minuti più veloce rispetto alla sua prestazione di dodici mesi fa. Sul traguardo di Colfosco in seconda piazza è transitata Cristiana Follador, con un ritardo di 29’22”, quindi terza ad 1h03’50” la gardenese di Santa Cristina Birgit Klammer.
Il Sellaronda Trail Running ha pure assegnato il premio speciale Felix per i primi transitati al cinquantesimo km in località Selva Gardena, vinto da Piazza e dalla Pedevilla.

LA CLASSIFICA

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,453 sec.